SINISTRA ITALIANA: DA ALTOMONTE UN BEL SEGNALE CONTRO IL RAZZISMO

Si è tenuto Martedì scorso, 16 Maggio, presso la sede del nostro Circolo un’iniziativa, da noi promossa e convocata, sulle tematiche dell’immigrazione e dell’accoglienza. Hanno partecipato all’incontro l’Amministrazione comunale, rappresentata dal Sindaco Lateano e dagli Assessori Giglio e Germano, il gruppo di minoranza “Uniti per Altomonte” con la presenza del capogruppo Provenzale e i Consiglieri Coppola e Iannuzzi, per il Partito Democratico il segretario Franco Presta, per il Circolo di Forza Italia Francesca e Pasqualino Iannuzzi, per Rifondazione Comunista Mario Esposito, per il Movimento 5 Stelle Mario Pancaro e Norma Dileo, per la Cgil Peppino Brogni, per la “Accademia Sanseverino” Lucia Zaccaria e Rosanna Vitiritti, l’operatrice nel settore Katia De Marco e alcuni cittadini interessati all’argomento.

Il dibattito, introdotto dal segretario del Circolo Francesco Capano, al suo primo intervento pubblico dopo la sua elezione, è stato aperto dall’intervento della Consigliera comunale di Sinistra Italiana Elvira Berlingieri, che ha stigmatizzato l’errore fatto dall’Amministrazione Comunale di non aver aderito all’invito del Prefetto di Cosenza e, quindi all’accoglienza e alla gestione pubblica prevista nei progetti SPRAR, perché privi di un’idea e di una progettazione, che ha determinato la ricaduta di una scelta forzata con l’istituzione di un CAS, Centro di Accoglienza Straordinario nel nostro comune, a gestione totalmente privata.

Il confronto è stato ricco di interventi, a momenti aspro, con forti sottolineature delle inadempienze amministrative e del bisogno di recuperare un’idea progettuale atta ad organizzare nel nostro comune un’accoglienza civile, in rispetto delle persone, della sicurezza dei cittadini, delle elementari norme igienico-sanitarie e dell’integrazione nel tessuto sociale altomontese.

L’Amministrazione comunale ha ribadito, soprattutto nell’intervento del Sindaco, che la scelta del CAS non è stata richiesta, ma obbligata, imposta dal Prefetto, dichiarando la volontà di aderire al progetto SPRAR in tempi brevi, dotarsi di un progetto e organizzarsi per il futuro, richiedendo una collaborazione per raggiungere tali obiettivi.

Nelle conclusioni, Fernando Pignataro, componente della Direzione Nazionale di Sinistra Italiana, ha posto l’accento sull’errore grave commesso nel Consiglio comunale del 13 Marzo dalla maggioranza che si è presentata al consesso senza un’idea e un benché minimo progetto, fortemente divisa e che faceva evincere con chiarezza l’impossibilità di riuscire a garantire l’approvazione del punto all’ordine del giorno; così come di errore dell’intero Consiglio comunale si è trattato, avendo rinviato il punto con le conseguenze che, piuttosto che governare il fenomeno e garantire l’accoglienza ai migranti assegnati al nostro Comune, hanno determinato la situazione che si è verificata con la forzatura che tutti hanno criticato fortemente. Bisognava, dal punto di vista del Circolo di Sinistra Italiana, aderire al progetto SPRAR e successivamente spronare l’Amministrazione comunale a dotarsi di una programmazione definita e chiara, recuperando errori e ritardi manifestati nella seduta consiliare.

Sinistra Italiana, raccogliendo il consenso delle Istituzioni, Organizzazioni, Forze e Associazioni, singoli cittadini intervenuti all’Assemblea, ha proposto a conclusione dei lavori di tenere l’Assemblea popolare, su iniziativa dell’Amministrazione comunale, per una giusta informazione della problematica, delle decisioni che si vogliono adottare e delle ricadute; di prevedere in tempi brevi una seduta del Consiglio comunale per aderire al progetto SPRAR; di dotarsi da subito di un progetto di accoglienza adeguato alle richieste venute dal confronto, dichiarandosi disponibile a collaborare con propri amministratori ed esperti impegnati nel settore in tutta la Regione.

SINISTRA ITALIANA ritiene estremamente positivo il risultato di un confronto tra tutti i soggetti interessati che ha portato risultati concreti, almeno dal punto di vista degli impegni assunti e delle dichiarazioni pubbliche fatte in tal senso.

SINISTRA ITALIANA vigilerà perché tutto quello che è stato concordato si realizzi nel minor tempo possibile, anche per evitare ulteriori richieste private e l’aumento in questa direzione dell’affidamento di migranti.

SINISTRA ITALIANA ha comunicato, infine, che con l’impegno diretto della sua Consigliera comunale e del Segretario del Circolo vigilerà sul CAS per una verifica continua e puntuale del trattamento, dell’igiene, dei pasti che interessano gli ospiti già giunti ad Altomonte.

Il Circolo “Michele Presta” ha informato i presenti che aderirà al progetto di mutualismo “FORZA!”, promosso proprio in questi giorni dal Direzione Nazionale di Sinistra Italiana, che mette a disposizione parte del 70% delle indennità che versano i propri Parlamentari, elaborando un’idea progettuale che mira all’integrazione, attraverso un corso di alfabetizzazione rivolto agli adulti comunitari ed extracomunitari.